MANGIA ROSSO VIVI MEGLIO

La bellezza della pelle e l’armonia del corpo possono essere modulate grazie allo stile di vita. Ecco i cibi giusti per iniziare a farlo.

Melanzana

Caratteristiche. Ricca di vitamina A, B, folati, vitamina C e minerali, soprattutto potassio, la melanzana è ottima in estate, quando l’alta sudorazione provoca perdita di sali. Grazie alla presenza di acido clorogenico, acido caffeico e nasunina (sostanze antiossidanti) ha rivelato un’azione preventiva contro malattie importanti tra cui il cancro.
Studi scientifici sull’acido clorogenico e caffeico hanno inoltre dimostrato che la loro integrazione migliora il metabolismo dei grassi con un una diminuzione di peso, grasso viscerale, colesterolo, insulina. Contenuti soprattutto in tè verde e caffè non tostato, sono anche presenti nelle melanzane, che per il loro basso introito calorico sono buone alleate delle diete dimagranti.
Come consumarla. Uno dei metodi più rapidi e sfiziosi per preparare le melanzane è alla griglia, con l’aggiunta di poco olio crudo. 200 gr, due-tre volte alla settimana è la quantità raccomandata.

Ravanello

Caratteristiche. Grande quanto una ciliegia apporta soltanto 11 calorie per 100 grammi. Eppure il ravanello è ricco di vitamine B2, B6 e C, calcio, magnesio, fosforo, ferro, rame, potassio. Secondo studi recenti, le antocianine, i pigmenti che gli danno il colore rosso, sono in grado di inibire la crescita delle cellule tumorali.
I glucosinati e gli isiocianati, che condivide con cavoli e broccoli e gli altri appartenenti della famiglia delle crucifere, gli danno invece il caratteristico aroma pungente, insieme a proprietà anticancerogene e depurative oltre ad un potente beneficio sulla riduzione di trigliceridi e colesterolo. È usato da secoli per le proprietà diuretiche e come calmante della tosse.
Come consumarlo. Ottimo affettato in insalata è anche un perfetto spuntino. Ma del ravanello puoi consumare anche le foglie, che hanno rivelato proprietà antitumorali, e soprattutto i germogli, che hanno un potere antiossidante dai 9 ai 49 volte maggiore di quello della radice.

Radicchio

Caratteristiche. Anche se è “solo” acqua per il 90%, con benefici effetti su idratazione e diuresi, il radicchio è una sorta di farmacia naturale. I suoi principi gli danno il tipico sapore amaro e l’effetto detox. Calcio, ferro, vitamina K, sono benefici per il metabolismo delle ossa, gli antociani che lo tingono di viola gli danno proprietà antinfiammatorie. La presenza di polifenoli e il buon rapporto tra vitamina B, C, K ed elementi quali acido folico, calcio e potassio fanno del radicchio un alleato della bellezza, ottimo antiossidante antinvecchiamento. In più, gli antociani mantengono in salute i vasi sanguigni e proteggono dalle malattie cardiovascolari.
Come consumarlo. Grazie alle appena 13 calorie per etto, è ottimo in insalata (facendo attenzione ai condimenti) anche in un regime dietetico ipocalorico: come tutte le verdure, dà un senso di sazietà precoce. In dosi di 150 grammi, 3-4 volte alla settimana

Mirtilli

Caratteristiche. Sono una buona fonte di vitamina C, vitamina K, manganese e di fibre. Ma il loro segreto sta nel colore blu o viola dato da particolari molecole, le antocianine: grazie a loro sono tra i frutti a più alto ORAC, la misura che indica il potere antiossidante di ciascun alimento. In più contengono particolari sostanze dette stilbeni che possono ridurre il colesterolo e l’incidenza delle patologie vascolari. Rallentano la formazione delle rughe, aiutano a prevenire malattie degenerative come cancro, infarto, perdita della memoria. In più, aiutano a rafforzare le pareti dei vasi sanguigni: per questo i mirtilli sono indicati in caso di fragilità capillare, couperose, problemi di vista.
Come consumarli. Preferite quelli biologici, freschi e al naturale, come snack o dessert, 3-4 volte alla settimana.

Cavolo Rosso

Caratteristiche. È una splendida fonte di antiossidanti. Batte infatti quattro a uno il più conosciuto e usato cavolo comune: in 100 grammi del rosso ci sono quasi 200 milligrammi di polifenoli, tra cui 36 diverse antocianine, contro
i 45 milligrammi del fratello verde. E non è tutto: i cavoli e le altre crucifere (broccoli, cime di rapa, cavovoletti di Bruxelles, cavolfiore..), sono gli esclusivi fornitori di eccezionali sostanze ad attivitá antitumorale, i glucosinati, sostanze responsabili del cattivo odore in cottura, ma con forti azioni detox per il fegato. Potrebbero avere un effetto “ipotiroideo” perchè inibiscono l’incorporazione dello iodio nella tiroide, ma tale effetto può essere corretto con l’uso
di sale iodato. Grazie alle antocianine, che diminuiscono stress ossidativo e infiammazione, fattori di rischio del tumore, e ai glucosinati, il cavolo rosso è uno delle crucifere più efficaci contro il cancro. Ha anche un effetto anticolesterolo
e equilibrante sui batteri dello stomaco, tra cui Helicobacter pylori. È pure un elemento vincente dei regimi dimagranti: ha poche calorie, appena 28, e contrasta la ritenzione idrica.
Come consumarlo. Crudo, in insalata, per le sue azioni anticancro. Ma per abbassare il colesterolo e bruciare di più scegli una bollitura veloce. Almeno 2-3 volte alla settimana, in dosi di 200-300 grammi.